TRUMPF e SPI Lasers, completata la fusione: cosa aspettarsi

Laser

Il 28 novembre 2020 è una data da segnare in rosso, per il settore della produzione dei laser. In particolar modo quelli a fibra. SPI Lasers, azienda con sede a Sheffield e tra i leader del comparto, è stata definitivamente inglobata da TRUMPF, colosso tecnologico tedesco. A partire da quella data, l’azienda britannica opererà sul mercato con il nome di TRUMPF Laser UK Ltd.

Un processo piuttosto lungo (l’acquisizione di SPI Lasers da parte del gigante tedesco è avvenuta tra l’estate e l’autunno del 2008) che arriva al termine di un percorso di riorganizzazione votato all’ottimizzazione dei processi aziendali e dell’offerta agli utenti. In particolare, con la fusione e la ridenominazione, TRUMPF vuole migliorare il servizio clienti per le applicazioni industriali.

Fusione TRUMPF-SPI Lasers, tutto programmato da tempo

Come accennato, chi segue le vicende delle due aziende aveva immaginato da tempo che il processo di “avvicinamento” del colosso tedesco e di quello inglese fosse in dirittura di arrivo. Dopo averne ufficializzato l’acquisto nell’ottobre 2008, TRUMPF aveva avviato il percorso per inglobare le attività di SPI Lasers (sia quelle produttive quanto quelle di vendita e assistenza) all’interno delle proprie.

Quelli che potremmo definire come ultimi passaggi preliminari alla fusione e all’inglobamento dell’azienda con sede a Sheffield sono avvenuti a partire dalla primavera del 2020. Ad aprile 2020, infatti, SPI Lasers Cina era stata accorpata alla filiale cinese di TRUMPF, mentre qualche mese più tardi la stessa sorte era toccata a SPI USA e SPI Corea, divenute un tutt’uno con le filiali statunitensi e coreane del colosso tecnologico tedesco. Da fine novembre 2020, invece, tutte le attività dell’azienda con sede a Sheffield fanno capo alla casa madre.

Laser da taglio
Macchina CNC a taglio laser

A seguito del cambio di nome e della fusione con TRUMPF, tanto il team direttivo quanto il team produttivo dell’azienda tedesca lavoreranno a stretto contatto con TRUMPF Laser- und Systemtechnik GmbH, altra azienda del colosso tecnologico teutonico attiva nel settore della produzione di laser. Le due realtà metteranno così in comune competenze tecniche e conoscenze teoriche, così da ottimizzare tutti i processi coinvolti nella ricerca e sviluppo di nuove soluzioni e nella loro produzione.

Fusione TRUMPF-SPI Lasers: cosa cambia per gli utenti

Anche se, nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, ci sarà da attendersi qualche aggiustamento a livello di organigramma societario, nell’immediato cambia poco o nulla. Gli utenti e i clienti, in particolare, non dovrebbero “patire” alcun contraccolpo. Anzi, come specificato inizialmente, uno dei motivi che ha spinto l’azienda tedesca a inglobare la realtà britannica 12 anni dopo averla acquistata riguarda proprio il miglioramento dell’assistenza ai clienti.

Ora che la fusione e l’inglobamento è stato completato, infatti, tutti i prodotti precedentemente venduti con il marchio SPI Lasers (inclusi i laser a fibra) potranno essere acquistati direttamente dal catalogo TRUMPF. Gli utenti potranno infatti contattare la rete di vendita globale dell’azienda tedesca; chi, invece, ha già acquistato un prodotto SPI Lasers e avesse bisogno di assistenza può rivolgersi a uno dei centri assistenza TRUMPF distribuiti in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.