L’importanza del packaging farmaceutico

Il packaging viene utilizzato in tanti settori di attività, dal settore agroalimentare al settore cosmetico, fino al settore edile, informatico e tanti altri. Oggi vorremo parlare di uno dei settori del packaging più importanti e soprattutto più controllati: si tratta del packaging farmaceutico.

Il ruolo del packaging farmaceutico

L’imballaggio farmaceutico, come tutti gli altri, ha come scopo principale quello di impacchettare, di imballare un prodotto per proteggerlo e per facilitarne il suo trasporto. Ma non solo. In effetti il packaging farmaceutico tra tutti i tipi di imballaggi sicuramente è quello più complesso. Qui l’elemento marketing non è così determinante come per il packaging del settore agroalimentare, dove l’obiettivo è quello di attirare l’attenzione del cliente per influenzarlo a scegliere un prodotto piuttosto che un altro.

Il packaging farmaceutico ha un ruolo molto più importante, perché è legato direttamente alla salute del paziente. Le sue funzioni principali sono le seguenti:

  1. La protezione del medicinale: per questo motivo il packaging primario, quello in contatto diretto con il medicinale, è molto importante.
  2. La resistenza agli agenti esterni: il medicinale non deve essere esposto alla luce o all’aria diretta.
  3. L’integrità del farmaco, grazie ad un packaging che presenta dei sigilli di inviolabilità.

Ricordiamo anche che il packaging farmaceutico ha anche una funzione informativa, in quanto deve spiegare molto chiaramente al paziente il suo contenuto e l’utilizzo previsto. Possiamo ritrovare queste informazioni sull’etichetta, sull’astuccio o ancora sul bugiardino o foglietto illustrativo.

I macchinari packaging adatti per l’imballaggio farmaceutico

Il paziente vede tantissime confezioni di medicinali sui banconi delle farmacie e molto spesso non si preoccupa certamente di come è fatto il packaging. È però importante ricordare che tutti questi farmaci sono stati imballati con molta cura anche e soprattutto grazie a delle macchine packaging molto sofisticate.

Allora quale macchina sarà necessaria e per quali medicine? I medicinali possono essere sotto forma di liquidi, solidi, polvere o creme e possono essere imballati in diversi modi. Per esempio, le compresse possono essere confezionate in dei blister in PVC/ALU, ALU/ALU, PVC/PVDC, etc. Questi blister vengono messi in un astuccio assieme al foglietto illustrativo. Dopodiché l’astuccio andrà in un cartone più grande per essere trasportato. In questo caso, le macchine che normalmente vengono utilizzate sono:

  1. La blisteratrice per mettere le compresse nei blister. In questa fase, si controlla che tutte le compresse siano presenti nel blister e che siano integri, che il blister sia chiuso bene e che non ci siano dei micro-fori. Questo controllo si fa generalmente con delle telecamere. I blister che sono considerati come incompleti o difettosi, vengono scartati.
  2. L’astucciatrice orizzontale serve ad inserire i blister nell’astuccio (molto spesso vengono inseriti 2 o 3 blister in un astuccio) assieme al bugiardino. Questa fase è molto importante in quanto la presenza del foglietto illustrativo è indispensabile. Come prima, se nell’astuccio dovesse mancare il foglietto, l’astuccio verrà scartato. Nella parte esteriore dell’astuccio viene anche stampato il numero di lotto e la data di scadenza del farmaco. Se la telecamera nota l’assenza di questa stampa, l’astuccio non sarà ritenuto idoneo e verrà quindi scartato.
  3. L’incartonatrice rappresenta il macchinario dove andranno messi tutti gli astucci per poter essere trasportati. In questa fase è essenziale controllare e registrare gli astucci presenti in questo cartone, per poterli tracciare.

Molto spesso i farmaci liquidi vengono imballati in flaconi di plastica o di vetro o ancora in fiale. Questi flaconi vengono poi inseriti in astucci e quindi questi ultimi nei cartoni pronti per essere trasportati. La macchina utilizzata per i farmaci sotto forma di liquidi è la riempitrice tappatrice (anche chiamato monoblocco di riempimento e tappatura) che può essere rotativa o lineare. Come indica il suo nome, questo macchinario riempie e tappa i flaconi con tappi di plastica, di gomma, due tappi, un tappo + un misurino, … Le soluzioni sono numerose. In questo caso, è essenziale verificare che il livello del liquido sia corretto, verifica re quindi la presenza o meno del tappo e se il tappo è chiuso bene. Tutti questi controlli vengono fatti ancora una volta grazie a delle telecamere. I flaconi vanno poi etichettati grazie ad un’etichettatrice, la quale deve verificare la presenza o meno appunto dell’etichetta sul flacone.

Poi la fase dell’astucciamento è pressoché uguale a quella dei blister, con l’unica differenza che nel caso dei flaconi, si può anche utilizzare un’astucciatrice verticale per l’inserimento dei flaconi negli astucci piuttosto che un’astucciatrice orizzontale (dipende dal formato del prodotto).

Le polveri possono essere confezionate sia in flaconi che in bustine. Nel caso delle bustine avremo l’imbustinatrice o l’insacchettatrice che effettua questo tipo di packaging. Qui è importante verificare la chiusura corretta della bustina. Generalmente il numero di lotto e la data di scadenza viene stampata direttamente sulla bustina, quindi le telecamere devono anche verificare che queste informazioni siano presenti e leggibili.

Per finire, i prodotti tipo creme, vengono confezionate in tubi di plastica o di alluminio, l’intubettatrice deve essere in grado di verificare sia la chiusura e l’integrità del tubetto, sia che le informazioni siano state stampate bene sul tubo, prima che questo vada anche lui in un astuccio assieme al foglietto illustrativo.

Nel caso delle linee complete, i controlli sono presenti su ogni macchina e ogni volta che una telecamera o un altro dispositivo rileva un’anomalia, il confezionamento di questo prodotto viene fermato e scartato appena possibile. In questo modo, le grandi aziende che si occupano di packaging farmaceutico, garantiscono ai destinatari dei medicinali l’integrità e l’inviolabilità di tutti i farmaci. Il processo è complesso e l’importanza è alta, in quanto come già menzionato in precedenza ne consegue direttamente la salute dei pazienti.

Vedi qui le nostre macchine packaging usate attualmente disponibili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.