Oscar dell’imballaggio 2022, categorie in gara e come partecipare

Macchina per imballaggi

Si avvicina il termine ultimo per iscriversi al “Best Packaging 2022”, il cosiddetto Oscar dell’imballaggio organizzato ogni anno da Packaging Meeting Srl e promosso da Istituto Italiano Imballaggio, in partnership con Conai e Ipack-Ima 2022. Le aziende che vogliono prendere parte e provare così ad aggiudicarsi uno dei premi messi in palio dagli organizzatori hanno infatti tempo fino al prossimo 28 gennaio 2022 per presentare domanda di iscrizione. Per poter partecipare, come sempre, è necessario che le soluzioni di confezionamento o prototipi candidati all’Oscar siano già in commercio o in fase di industrializzazione nel corso del 2021.

E, per seguire i trend di mercato degli ultimi anni, l’edizione 2022 del premio per la miglior soluzione di imballaggio focalizza la propria attenzione sull’economia circolare e sulle innovazioni tecnologiche delle performance degli imballaggi. Come si legge nel regolamento stilato in collaborazione con Conai (il Consorzio Nazionale Imballaggi, tanto per ricordarlo), il premio prevede due filoni di concorso paralleli e distinti:

  • innovazione legata al miglioramento dell’impatto ambientale degli imballaggi;
  • innovazione legata a nuove soluzioni tecnologiche delle performance degli imballaggi.

Inoltre, verrà assegnato anche un premio speciale all’azienda che avrà dimostrato di essersi ispirata ai 10 valori della Carta Etica del Packaging definiti dalla “Fondazione Carta Etica del Packaging”. Anche in questo caso, come si intuisce dal nome, si tratta di un riconoscimento assegnato alla soluzione (o alle soluzioni) che rispettano precisi standard di ecosostenibilità, trasparenza, sicurezza e accessibilità.

Disegno packaging

Oscar dell’imballaggio: le categorie in gara

Nel regolamento, invece, vengono definiti i “principi guida” di cui la giuria dovrà tener conto per l’assegnazione dei due premi principali. I candidati del primo filone (quello che focalizza la propria attenzione sull’ecosostenibilità degli imballaggi) dovranno rifarsi alle leve di ecodesign indicate da Conai: gli imballaggi dovranno così essere progettati per favorire il riutilizzo degli stessi o del materiale; facilitare le attività di riciclo; essere realizzati con materiali provenienti da recupero o riciclo; garantire l’ottimizzazione dei processi produttivi e logistici e semplificare il sistema di imballaggio. Insomma, un imballaggio a “misura” di economia circolare.

I candidati del secondo filone (quelli legati alle nuove soluzioni tecnologiche delle performance degli imballaggi), invece, dovranno porre particolare attenzione a quattro punti:

  • Carattere di innovazione. Carattere innovativo della soluzione presentata dal punto di vista tecnico e ingegneristico.
  • Attenzione alla sostenibilità. Carattere di ecosostenibilità della soluzione presentata: riduzione di consumi, materiali utilizzati, ingombri.
  • Carattere digitale. Grado di interconnettività, IoT, manutenzione predittiva e qualità digitali della soluzione presentata.
  • Attenzione all’usabilità, efficienza e facilità d’uso. Qualità user-friendly per l’operatore, ergonomia di utilizzo della soluzione presentata.

Fondamentale, dunque, che gli imballaggi e le macchine per il packaging utilizzate nel processo presentino caratteri innovativi a 360°: non solo dovranno porre attenzione all’ecosostenibilità della soluzione, ma sarà fondamentale i macchinari garantiscano un elevato livello di interconnettività e digitalizzazione.

In entrambi i casi, i riconoscimenti saranno assegnati tenendo conto sia dei materiali utilizzati sia delle diverse tipologie di imballaggio candidate (primario, secondario o terziaria). Particolare attenzione verrà inoltre prestata ai settori di sbocco più dinamici e ai fenomeni di consumo attuali.

Oscar dell’imballaggio, come iscriversi

Per partecipare al premio si dovrà inviare il modulo di iscrizione debitamente compilato (è allegato al regolamento), la documentazione e il materiale richiesto all’articolo 9 del regolamento e copia del versamento della quota di iscrizione (350 euro per soluzione candidata) all’indirizzo Packaging Meeting Srl – Via Cosimo del Fante, 10 – 20122 Milano. Nel caso in cui si venga scelti come finalisti, sarà necessario effettuare un ulteriore versamento – modalità specificate nel regolamento dell’Oscar dell’imballaggio – per il pagamento di alcune spese organizzative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.