HS flex heavy: nuova soluzione per l’automazione in casa HERMLE

Ogni anno in primavera l’open house di Hermle è l’appuntamento fisso per tutti i clienti e collaboratori dell’azienda. Allo stesso modo, seguendo la tradizione, durante quest’avvenimento l’azienda tedesca presenta le sue ultime innovazioni. Quest’anno a causa dell’emergenza Coronavirus e delle misure imposte dai governi per contrastare la diffusione della pandemia ne ha fatto le spese anche l’attesissimo appuntamento in casa Hermle. L’azienda, però, non si è scoraggiata ed ha comunque lanciato in anteprima la sua ultima innovazione HS flexy heavy.

L’impegno profuso dall’azienda in termini di miglioramento sul tema dell’automazione è tale e quale all’impegno e agli sforzi effettuati in campo digitale. Hermle dimostra quindi che le due tematiche sono al centro delle dinamiche di sviluppo dell’azienda. Se in campo digitale Hermle ha risposto con l’interfaccia di comando “Navigato” e lo schermo “Home” configurabile, con Hs flexy heavy, Hermle intende sviluppare ulteriormente la precedente soluzione per la gestione della movimentazione dei pallet e dei pezzi HS flex già diffusa da tempo sul mercato. Hs flex heavy è una soluzione che porta a ben 1200 kg il carico trasportabile nella gestione dei pezzi da lavorare tramite centri di lavoro multiasse.

Parola d’ordine: Automazione

La nuova soluzione presentata da Hermle prosegue nella tradizione più che ventennale dell’azienda di puntare sullo sviluppo di processi di lavorazione sempre più automatizzati a bordo dei suoi centri di lavoro. Hs flex heavy si presenta come una soluzione molto versatile e compatta e può essere integrata sia ai centri di lavoro multiasse della serie Performance Line nei modelli C400 e C650 e sia ai centri di lavoro C32 e C42 della serie High Performance Line.

Capacità di carico fino a 1200 Kg

Il sistema è realizzato in granito composito e la forma garantisce all’operatore facilità ed ergonomicità nell’utilizzo. Le porte sono progettate con apertura ad anta con la duplice funzione di sicurezza che bloccano l’accesso all’operatore durante la fase di cambio pallet e consentono l’accesso alla zona di lavoro durante la lavorazione del pezzo.

La struttura consente la movimentazione di pesi fino a 1200 Kg incluso il peso del pallet. Nel caso di caricamento di pezzi nella zona di lavoro tramite gru, il peso ammesso può addirittura essere superiore. Per quanto riguarda le dimensioni massime dei pezzi lavorabili sono 800 x 630 x 700 con l’impossibilità di caricare pezzi più grandi già nella zona di attrezzaggio in modo tale da evitare eventuali errori dell’operatore.

Il magazzino pallet

Un paragrafo a parte meritano le soluzioni tecniche adottate per lo sviluppo dei moduli del magazzino. Nella versione standard di base fornita dall’azienda è installato un solo modulo ma è possibile aggiungere in fase d’ordine un secondo modulo offerto come optional. I moduli sono stati studiati e progettati col design a mensola che garantisce il massimo grado di personalizzazione nella disposizione dei pallet o dei pezzi. Ogni modulo può essere configurato con un massimo di tre piani e su ogni piano possono trovare spazio fino a 3 pallet. In totale ogni modulo ha a disposizione 9 posizioni con un massimo di 18 posizioni nelle configurazioni a modulo doppio. L’allestimento del magazzino pallet è configurabile in modo veloce ed intuitivo grazie al software di gestione sviluppato dalla stessa Hermle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.